Che cosa è la dieta chetogenica?

Che cosa è la dieta chetogenica?
Forse qualcuno ne ha già sentito parlare e forse, pochissimi, hanno anche provato a metterla in pratica. Il principio è molto semplice ma non tutti sono d’accordo sulla sua reale efficacia.

O meglio l’efficacia è garantita, la perdita di peso è evidente, ma il dubbio risiede da un’altra parte.

Il problema è che non si è sicuri della sua sicurezza per l’organismo umano. Ma partiamo dall’inizio: che cosa è la dieta chetogenica?

La dieta chetogenica (o Keto Diet, in inglese) è uno schema alimentare basato sulla riduzione dei carboidrati, che spinge l'organismo a produrre chetoni, che sono il risultato della scomposizione metabolica dei grassi nel fegato, da utilizzare come energia.

La chetosi è un processo chimico che entra in atto nell’organismo in determinate condizioni. In parole molto semplici, quando l’organismo non trova abbastanza nutrimento dai carboidrati e dagli zuccheri, inizia a bruciare i grassi accumulati.

Limitando dunque l’assunzione di zuccheri e carboidrati, in particolare sarebbe meglio dire di glicidi, il metabolismo andrà dunque a consumare quelle scorte di grasso che non amiamo particolarmente.
Per sfruttare questo meccanismo naturale della meccanica del nostro organismo, è stata sviluppata una dieta, chetogenica appunto, in grado di attivare questo processo biochimico.

Fondamentalmente si tratta di una dieta poverissima di carboidrati e molto ricca di proteine, integrando però alcune vitamine che sarebbero altrimenti carenti.

Chi segue questa tipologia di dieta dovrebbe dunque evitare alimenti come le patate, il pane, la pasta, l’alcol, la frutta e gli zuccheri in genere, i latticini, i legumi, le verdure di colore rosso o arancione…
In questo regime dietetico ci sarà un grande consumo di carne, pesce, uova e tutte le proteine animali.

Come dicevamo sarebbe cosa saggia integrare le vitamine e gli Omega 3, oltre a ai sali minerali.
C’è chi getta un’ombra su questa dieta, sostenendo che questo tipo di alimentazione crei dei disturbi all’organismo, specialmente ai reni. Si presenterebbe una forte acidificazione e, per questo, sarebbe bene che questo tipo di dieta non fosse affidata al fai da te, ma seguita da un esperto qualificato.

Esistono tutta una serie di sintomi che evidenziano che il nostro organismo è entrato nella fase di chetosi: bocca secca, mancanza di idratazione, incremento della diuresi, spossatezza, alito o sudore acetonico…

Esistono anche molti effetti collaterali per chi pratica questa tipologia di alimentazione e per questo raccomandiamo ancora una volta di metterla in pratica soltanto sotto stretto controllo medico.

Non è un regime alimentare facile da gestire, ed è bene muoversi con molta cautela. Per completezza però vogliamo proporvi un menu settimanale ipotetico per chi volesse seguire questo tipo di dieta.


Ci preme sottolineare ancora una volta che quello che vi proporremo è un menu standard, giusto per farsi un’idea, non certo una dieta adatta a casi specifici.

Esempio di menu

Lunedì
Colazione: due uova fritte con verdure saltate in padella
Pranzo: un hamburger alle erbe condito con formaggio, funghi e avocado con verdure
Cena: braciole di maiale con fagiolini saltati in olio di cocco 

Martedì
Colazione: frittata ai funghi
Pranzo: insalata di tonno con sedano e pomodoro e verdure
Cena: pollo arrosto con salsa di panna e broccoli saltati 

Mercoledì
Colazione: peperone ripieno di formaggio e uova
Pranzo: insalata di rucola con uova sode, tacchino, avocado e gorgonzola
Cena: salmone grigliato con spinaci saltati in olio di cocco 

Giovedì
Colazione: yogurt magro
Pranzo: bistecca con riso al cavolfiore, formaggio, erbe, avocado e salsa
Cena: bistecca con broccoli di formaggio 

Venerdì
Colazione: avocado al forno
Pranzo: insalata Caesar con pollo
Cena: braciole di maiale con verdure 

Sabato
Colazione: pane tostato con cavolfiore condito con formaggio e avocado
Pranzo: hamburger di salmone
Cena: polpette servite con spaghetti di zucchine e parmigiano 

Domenica
Colazione: budino di chia e di latte di cocco condito con noce di cocco e noci
Pranzo: insalata preparata con verdure, uova sode, avocado, formaggio e tacchino
Cena: pollo al cocco e al curry

I risultati per chi vuole perdere peso sono confermati e piuttosto evidenti, in questo tipo di alimentazione ma rimane il fatto che non è una dieta per tutti.

Bisogna prenderla molto seriamente perché il nostro organismo viene messo a dura prova da questo regime alimentare, ed il consiglio di un medico è assolutamente indispensabile.

Se ti è piaciuto questo articolo potresti leggere anche questo sulla Dieta Mima Digiuno, sempre a proposito di perdita di peso.


 
Vivere Sani... e in salute
Gruppo Facebook · 11.967 membri
Iscriviti al gruppo
In questo gruppo si parla di salute e benessere, tutto ciò che ha a che fare con la naturopatia e il mondo dell'olistico in genere. Tutti i membri p...
 

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un tuo commento. Ci fa molto piacere sapere cosa pensi in merito, grazie!