Schisandra Chinensis: seme dei cinque aromi, per la tosse, l'asma, lo stress, l'impotenza , il cuore e la vista

Schisandra Chinensis: seme dei cinque aromi, per la tosse, l'asma, lo stress, l'impotenza , il cuore e la vistaSchisandra Chinensis: seme dei cinque aromi, per la tosse, l'asma, lo stress, l'impotenza , il cuore e la vista

Esistono due tipi di Schisandra, la Schisandra Chinensis settentrionale, e la Schisandra Sphenanthera, meridionale.

E' una pianta rampicante legnosa, i frutti sono delle bacche che quando maturano sono di colore rosso. E' originaria della Cina settentrionale, nord orientale e delle regioni confinanti con la Russia e la Corea.

Si utilizza il frutto maturo ed essiccato al sole, dal sapore agro, poi dolce, poi salato, i semi, che devono essere frantumati prima della estrazione, sono uno, o due, anche loro dal sapore agro, dolce, e salato.

Le bacche di Schisandra possono essere consumate crude o utilizzate per la preparazione di marmellate, sciroppi, succhi e liquori.

Con le foglie della pianta da sole o unite alle bacche è possibile preparare un tè squisito ed estremamente aromatico. Le bacche di Schisandra sono particolarmente apprezzate dall'industria di profumi grazie alla percentuale di olio essenziale in essa contenuta 


Attività 
La Schisandra è una pianta adattogena con attività simile a quella del Ginseng siberiano, anche se ad effetto più debole, stimola il sistema nervoso centrale, migliora la capacità di rendimento ed i riflessi, stimola il cuore, è un vasodilatatore, normalizzante la pressione sanguigna specie nelle insufficienze respiratorie, alza le difese immunitarie, ha proprietà antiossidanti, antitussive, antibatteriche, espettoranti.


La Schisandra ha numerose, interessantissime proprietà salutistiche, documentate da ricerche scientifiche: è adattogena, migliora la funzionalità cerebrale, è immunomodulante, antiossidante, antinfiammatoria ed epatoprotettrice.

Questi effetti sono innanzitutto da attribuire a lignami quali schisandrina, schisandrolo, schisanterina e gomisina, ovvero i principi attivi contenuti nella schisandra e appartenenti alla classe dei fitoestrogeni.

lignami prevengono il danneggiamento del fegato, ne stimolano il recupero e regolano il rilascio degli acidi gastrici, stimolano il sistema nervoso centrale, aumentano i riflessi, aiutano nella depressione. 

Utile nel mal di testa, nella nevrastenia, nell'insonnia, nelle palpitazioni, la Schisandra aumenta le capacità cognitive e la memoria, è un antibatterico, lieve stimolante, anticonvulsivante ( consultare il medico curante), è antitossico e cardiotonico.

Si consiglia nella tosse secca e nell'asma, nelle sudorazioni notturne, è considerata come afrodisiaco perchè incrementa la resistenza maschile e la libido femminile. 

In Russia si impiega nei problemi di vista, previene l'affaticamento visivo, aumenta l'acutezza visiva, migliora l'astigmatismo e la miopia. Si impiega nella ipoxia (malattia delle grandi altitudini)

Schisandra Chinensis: seme dei cinque aromi, per la tosse, l'asma, lo stress, l'impotenza , il cuore e la vista

Il frutto
Ha la proprietà di proteggere il fegato dalle tossine ( sembra sia utile nelle forme di epatite cronica, sembra che queste proprietà siano dovute alla presenza dei lignami). In Cina si impiega la schisandra (schizandrina C) per trattare le epatiti virali. 

I preparati erboristici a base di Schisandra, ottenuti con estratti, e la polvere fresca si impiegano come adattogeni, per i loro effetti antiossidanti e per aumentare l'energia.

Nella medicina Cinese si impiega come astringente polmonare, come tonico maschile e come tonico dei reni. 

Si utilizza per trattare la tosse, l' asma, l'insonnia, lo stress, la diarrea cronica, i sudori notturni e spontanei, la eiaculazione involontaria, la sete, l'impotenza, l'esaurimento fisico e la eccessiva diuresi. 

Controindicazioni
Cautela in chi soffre di esofagite da reflusso, o in presenza di ulcera peptica, in chi soffre di epilessia, di pressione alta e di ipertensione endocranica. 

Possibili Interazioni 
anche se non ci sono studi in merito con la biodisponibilità dei farmaci se assunti contemporaneamente alla Schisandra, in quanto la S  induce l'attività degli enzimi metabolizzanti epatici.

Cautela in gravidanza e allattamento ( non assumere se non dietro consiglio del proprio medico curante) Non va usata in gravidanza.


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un tuo commento. Ci fa molto piacere sapere cosa pensi in merito, grazie!