La Nutrizione Cellulare

I prodotti alimentari servono per la crescita, per la riproduzione, per il metabolismo, per la disintossicazione e per far funzionare l'intero corpo. La nutrizione riguarda il processo completo, che è molto complesso. Quando parliamo della necessità di alimentare il corpo umano, quindi dare una nutrizione adeguata, parliamo di dare una corretta nutrizione ad ogni singola cellula del corpo.

“Cellule sane significano corpo sano e cellule ammalate significano corpo ammalato, quindi la salute è un processo delle cellule”. 

Vediamo ora brevemente come questo avviene. 

Ci sono 100.000 miliardi di cellule nel corpo umano. Ogni secondo che passa muoiono 5.000.000 di cellule; muoiono e devono essere riprodotte e, per ogni cellula che non viene riprodotta in maniera appropriata, la generazione successiva sarà più debole, più esposta alle malattie ed infezioni. Giorno dopo giorno abbiamo miliardi di cellule in condizioni sempre peggiori e quando abbiamo molte cellule ammalate ci troviamo con il corpo ammalato.

La duplicazione cellulare viene chiamata Mitosi, in questa fase la cellula si divide creando 2 cellule perfettamente identiche. 

100.000.000.000.000 (centomilamiliardi) di cellule compongono il corpo umano;
5.000.000 di queste cellule muoiono e vengono sostituite ogni secondo;
432.000.000.000 (432 miliardi) nell’arco di 24 ore. 

In parole povere ogni giorno sostituiamo lo 0,5% della nostra massa corporea totale. 

Ad esempio sono necessari 90 giorni per sostituire un osso esistente, sono necessari da 1 a 3 mesi per rinnovare totalmente la pelle 

Le sostanze che servono per ricostruire il nostro corpo sono principalmente:
- Acqua dal 45% al 65% 
- Proteine 20% circa 
- Grassi dal 15% in su 
- Vitamine 
- Minerali 

Se queste sostanze non vengono fornite quotidianamente il corpo le ricava da se stesso (si “autocannibalizza”) intaccando la massa magra. 

La maggior parte di noi, non consuma tutto ciò di cui il corpo ha bisogno. Considerando la coltivazione dei nostri prodotti alimentari, la lavorazione, ma soprattutto le nostre abitudini alimentari, ci troviamo con numerosi eccessi e/o difetti.

Per Eccesso non intendiamo solamente ciò che può servire all'organismo e che spesso utilizziamo oltre misura come Grassi, Colesterolo, Sale ecc. ma anche le sostanze che non compongono il nostro corpo come Alcool, Tabacco, Zucchero raffinato ecc. 

In modo particolare, questi eccessi creano carenze in quanto distruggono alcune vitamine essenziali al corretto funzionamento del corpo. 

Ad esempio l'alcool distrugge buona parte delle vitamine e minerali, soprattutto le vitamine del gruppo B. 

Lo zucchero raffinato (bianco o di canna) è impoverito di vitamine del gruppo B, l’organismo per poterlo utilizzare è costretto a prendere tali vitamine da altre parti del corpo. 

Stesso processo per quanto riguarda la farina bianca: la raffinazione del grano distrugge buona parte delle sostanze nutritive che servono per poter utilizzare i carboidrati in esso contenuti.

Germe e crusca contengono: 
27% Proteine 
97% Vitamina B1 (Tiamina) 
88% Vitamina B3 (Niacina) 
68% Vitamina B2 (Riboflavina) 
94% Vitamina B6 (Piridossina) 
57% Vitamina B5 (Acido pantotenico) 

Esse sono le vitamine necessarie per trasformare i carboidrati in energia 

Ma se una alimentazione scorretta porta a degli eccessi, essa può creare anche carenze di vitamine, minerali, oligoelementi, fibre, acqua, fattori botanici, che noi definiamo micronutrizionali.

Ogni giorno scopriamo sempre più che non solo gli eccessi provocano problemi di salute, ma anche e soprattutto, le carenze micronutrizionali, di fibre e di fattori botanici. 

Se noi vogliamo avere una dieta sana dobbiamo non solo occuparci di evitare gli eccessi elencati, ma essere certi di avere un'alimentazione sufficiente in micronutrizione e fattori botanici. Ma questo non avviene in nessun posto nella società occidentale, soprattutto dove si vive un ritmo di vita sfrenato, si cerca di migliorare la salute o di perdere peso mangiando poco, si è sotto stress, si prendono medicinali o si assumono dosi eccessive di caffè o alcool. Questo porta il corpo ad accumulare eccessi da una parte e carenze dall’altra. 

La maggior parte delle persone pensa che se solo mangiasse un poco meglio, prendesse un po’ di vitamine e mettesse qualche erbetta sulla pasta la cosa si risolverebbe. Ma ciò che serve al corpo, è una nutrizione perfettamente equilibrata, in forma digeribile, con fattori che promuovano l'assorbimento, creando quindi un equilibrio assimilabile dalle cellule. 

Cerchiamo ora di capire che cosa succede al nostro organismo in presenza di queste carenze o eccessi. 

Cosa succede al nostro corpo quando non siamo in grado di assorbire la nutrizione? 

Si assiste ad un danno cellulare, all'indebolimento delle cellule. Quando il numero delle cellule indebolite è di una certa consistenza, incomincia ad apparire un sintomo. 

Ora il sintomo più comunemente percepito in presenza di un problema nutrizionale è generalmente un senso di malessere o di stanchezza, oppure problemi a carico del sistema nervoso; spesso appaiono delle emicranie e questi sono dei segni molto comuni di insufficiente nutrizione cellulare. 

Non dovete dimenticare qual è il problema: un’insufficiente nutrizione cellulare, cellule che vengono bombardate con degli eccessi o che soffrono di carenze; questo significa che le cellule, riproducendosi, continuano a generare cellule malate. 

Bisogna dare al corpo ciò di cui ha bisogno, bisogna permettere alle cellule di poter compiere quel miracolo che può nascere solo da loro: la guarigione. Le cellule sanno benissimo come occuparsi della loro salute, tutto ciò che dobbiamo fare è nutrirle.